Roma ospita la seconda edizione della Conferenza Internazionale sulla Scienza della Sostenibilità.
Incontro fra mondo accademico e industriale, al fine di individuare le migliori strategie economiche e sociali per preservare il nostro Pianeta.

La scienza della sostenibilità, nata agli inizi del 21° secolo, è una disciplina che ha visto la luce all’interno degli ambienti accademici. Il nome stesso ne sottolinea l’obbiettivo, cioè quello di dare al concetto globale di sostenibilità un indirizzo più analitico e strutturato. Ecco quindi che tale scienza si fonda sui concetti di sviluppo sostenibile e di scienza ambientale.

Lo sviluppo sostenibile rappresenta un preciso approccio globale, volto a coniugare i bisogni umani con la volontà-necessità di rispettare l’Ambiente circostante. Esso prevede molteplici azioni locali a breve-medio termine, che devono necessariamente portare a programmi a più ampio respiro, di impatto mondiale, rivolto alle generazioni future.
La scienza ambientale identifica invece un settore comune, in cui convergono diverse discipline fra cui la biologia, la chimica, la fisica, la geologia con lo scopo di identificare e risolvere i problemi a livello ambientale. Essa prevede sia un approccio di tipo socio-culturale che più tecnologico, al fine di migliorare la qualità dell’ambiente e del nostro approccio con esso.

La scienza della sostenibilità, attraverso quindi i filoni dello sviluppo sostenibile e della scienza ambientale, fornisce delle indicazioni qualitative sul come attuare la sostenibilità.
In parallelo, a seguito di ogni azione sul campo promulgata dalla scienza della sostenibilità, andranno individuate precise metodologie, volte a monitorare e valutare quantitativamente i risultati ottenuti, al fine di orientare meglio gli interventi di sostenibilità.

Facendo seguito alla prima Conferenza Internazionale sulla Scienza della Sostenibilità (ICSS), svoltasi all’Università di Tokyo nel febbraio 2009, oggi presso l’Università la Sapienza di Roma viene inaugurata la seconda edizione.
La Conferenza di Roma ha il supporto dell’Istituto per la Pace e la Sostenibilità presso l’Università delle Nazioni Unite (UNUISP) di Tokyo, del Centro Interuniversitario di Ricerca per lo Sviluppo Sostenibile (CIRPS) dell’Università la Sapienza di Roma, del centro Sistemi di Ricerca Integrata per la Scienza della Sostenibilità (IR3S) dell’Università di Tokyo e della Scuola della Sostenibilità della Arizona State University.

Obiettivo della Conferenza Internazionale sulla Scienza della Sostenibilità a Roma (23-25 giugno 2010), attraverso l’attuazione di un dialogo interdisciplinare fra diverse scienze, è quello di dare impulso alla materia della sostenibilità in ambito accademico. Questo può quindi rappresentare il punto di partenza per un incontro trasversale fra i rappresentati dei centri di ricerca scientifica sulla sostenibilità, con il mondo dell’industria, la società civile e le istituzioni pubbliche.
Obiettivo ultimo sarà quello di diffondere la co-scienza della sostenibilità mediante la diffusione di informazioni, dati e sapere scientifico dai (talvolta) ristretti confini del mondo accademico verso l’intera società.

Auspichiamo quindi che la Conferenza di Roma contribuisca allo sviluppo di un innovativo ed efficace approccio globale, al servizio dell’ambiente e della società, per salvare l’Uomo.

Annunci