marzo 2011


Lo sguardo dei lupi

Guardami negli occhi (Cortesia: G. Kramer).

Lontano, oltre gli ostacoli.

Stai lavorando al computer mentre il tuo cane (Canis familiaris) è accucciato sulla brandina. Poi tu alzi gli occhi e lui, che in fondo era lì vigile come sempre, solleva un po’ la testa: gli occhi si cercano, i vostri sguardi si incrociano. “Anche questo è un segnale di addomesticamento“, pensi con l’orgoglio tipico dell’Homo sapiens. Ora invece siete in campagna. Tu guardi lontano, forse qualcosa oltre gli alberi: ma il tuo cane guarda te, solo te, e molto difficilmente seguirà il tuo sguardo verso quel punto lontano. Ma, se accanto a te ci fosse un lupo (Canis lupus), lui sì che andrebbe a guardare là, dove sono andati i tuoi occhi.

(altro…)

Annunci

L’ornitorinco assomiglia a un canguro? Secondo il suo DNA potrebbe (cortesia S. Kraft).

 

C’è DNA umano anche dove non dovrebbe esserci.


Va bene: passi pure che un po’ di DNA dell’Uomo di Neanderthal sia presente nel nostro genoma. Ma che tracce del nostro DNA siano presenti in quello di batteri,piantepesci… beh, francamente è un po’ strano. Che cosa sta succedendo?

(altro…)

 

 

 

 

 

 

Che non aveva i piedi piatti, 3 milioni di anni fa.

Gli antropologi sono da sempre interessati ai piedi. Il fatto è che questa parte del nostro corpo, o meglio di quello dei nostri antenati, può raccontarci molto sulle origini e sugli stili di vita degli umani. Per esempio, Carol Ward, antropologa dell’Università del Missouri, nella sua pagina Web dice di occuparsi al momento difossili appartenenti a diversi nostri progenitori, fra cui Australopithecus afarensis eAustralopithecus anamensis.

(altro…)