Via Scoop.itMed News

Il progresso scientifico rappresenta una delle maggiori valorizzazioni della mente umana; sia in campo medico che in altri settori, più o meno vicini al nostro quotidiano. Se poi si tratta di progresso con un contributo “molto” italiano, il tutto fa ancora più piacere. Con questo spirito aspettiamo l’imminente partenza, da Kourou nella Guyana Francese, di Vega [ http://goo.gl/4SsqQ ], lanciatore per satelliti di piccole dimensioni sviluppato in ambito ESA (Agenzia Spaziale Europea), e tecnologicamente nato negli anni 90 dall’esperienza della Agenzia Spaziale Italiana. Vega dimostra ora la nostra eccellenza nel settore aerospaziale, essendo stato realizzato per il 65% in Italia: entriamo così nel ristretto gruppo di Paesi in grado di accedere allo spazio con tecnologie proprie.
Il valore del progetto, oltre che strettamente scientifico, risiede nelle implicazioni commerciali: i lanci di Vega possono essere programmati con costi contenuti, rendendo di fatto lo spazio accessibile a enti, quali Università e committenti privati, che nel passato potevano essere scoraggiati dagli enormi costi delle missioni.
Via www.esa.int

Annunci