See on Scoop.itMed News

Sicuramente i nuovi e più inaspettati dati scientifici sono alla base delle scoperte più eclatanti; tuttavia qualche volta, anche il riuscire a dare una visione più completa di un fenomeno biologico, magari dopo un puzzle di ricerche durate anni, può essere di estremo valore. Ecco allora che da tempo è noto come le estremità dei cromosomi – dette telomeri – sono costituite da sequenze di DNA ripetuto, alle quali si legano sei specifiche proteine, dette “shelterine”. Senza la presenza di queste strutture proteiche, le porzioni telomeriche dei cromosomi sarebbero considerate delle regioni di DNA danneggiato, tanto che negli ultimi 15 anni sono stati caratterizzati ben quattro meccanismi, attraverso i quali la cellula può andare in soccorso dei cromosomi, considerati erroneamente danneggiati. Purtroppo però questi meccanismi di riparazione, non necessari sulle estremità telomeriche, si associano addirittura a un aumentato rischio di sviluppare un tumore.

Tutti i precedenti studi tuttavia si sono concentrati sulle singole “shelterine”, rimuovendone una alla volta dalla cellula e studiandone quindi gli effetti. Due ricercatrici della Rockefeller University di New York hanno ora studiato un topolino di laboratorio le cui cellule, con i telomeri completamente privi di protezioni, sono quindi virtualmente esposte a qualsiasi danno cromosomico. In questo modo, è stato possibile studiare nella sua completezza il ruolo dei telomeri, dimostrando come in realtà siano sei – e non quattro – i meccanismi riparativi a cui può andare incontro il DNA cromosomico delle cellule quando i telomeri sono privi di “shelterine”: di fatto, questi meccanismi rappresentano sei potenziali minacce per il DNA, nel momento in cui le cellule potrebbero essere indirizzate verso una crescita tumorale.

Attraverso quindi questa ricerca è stato possibile ricapitolare quanto finora scoperto, potendo valutare più in generale sia il ruolo dei telomeri, che dei meccanismi di riparazione all’interno delle nostre cellule: e se pensiamo che i telomeri sono implicati nei normali processi di invecchiamento cellulare [ http://goo.gl/q47VW ], così come nello sviluppo dei tumori, ecco spiegato il grosso valore di tutti questi studi.

See on www.sciencemag.org

Annunci