See on Scoop.itMed News

L’allattamento al seno fa bene al neonato: per esempio, ha aiutato i bambini a sopravvivere nella città di Montreal alla fine dell’800, a dispetto delle condizioni igieniche non certo ottimali [ http://alturl.com/22y4s ]. Ma, nel caso la mamma sia infetta da HIV, l’allattamento al seno rappresenta una quotidiana esposizione del neonato al rischio di contrarre l’infezione; in realtà però si è visto come questo avvenga solamente in circa un bambino su dieci. Perché si ha un bassissimo tasso di infezione da HIV nell’allattamento al seno?

Ricercatori della Duke University hanno dimostrato che due specifici anticorpi, prodotti dai linfociti B della mamma e presenti nella latte materno, contrastano il virus HIV, limitandone quindi il passaggio al neonato.

Chiaramente, “suggerimenti biologici” di questo tipo possono rappresentare importanti aiuti nella messa a punto di un efficace vaccino contro l’infezione da HIV, magari da affiancare a idonee strategie preventive per i soggetti più a rischio di infezione [ http://alturl.com/wnzxv ].

See on www.plosone.org

Annunci