See on Scoop.itMed News

Fumare fa male: è noto. A partire dagli anni Settanta, anche il fumo passivo è un riconosciuto fattore di rischio per lo sviluppo di patologie cardiorespiratorie e tumorali. Ora, un gruppo di ricercatori Dell’Università di Saragozza ha misurato il peso, le proporzioni (misure antropometriche) e la quantità di pliche sottocutanee nei neonati, di almeno 37 settimane di gestazione, nati da 1.216 madri caucasiche, il 22% delle quali fumava almeno 8 sigarette al giorno durante la gravidanza.

Avendo escluso altri fattori di rischio materni, quali alcol o droghe, è risultato che i bambini, nati da madri fumatrici in gravidanza, pesano mediamente216 grammimeno dei neonati di mamme non fumatrici; così come, questi stessi bambini  hanno una quantità di pliche sottocutanee significativamente inferiore. Nessuna correlazione è stata invece trovata fra le dimensioni corporee dei neonati e il numero di sigarette fumate giornalmente.

Ecco quindi, dopo l’allattamento al seno delle mamme infette da HIV – una pratica i cui effetti possono risultare benefici per il neonato [http://alturl.com/7ot8x ] – sono state ora valutate le conseguenze del fumo passivo nei neonati: e queste sono indubbiamente negative.

See on www.earlyhumandevelopment.com

Annunci