See on Scoop.itMed News

Lo stesso ministro della Ricerca Scientifica David Willets si era detto favorevole alla possibilità di rendere liberamente consultabili i dati delle ricerche finanziate con fondi anglosassoni [ http://alturl.com/yjqmz ]. Tuttavia proprio la britannica Wellcome Trust, la seconda fondazione al mondo per quantità di finanziamenti destinati alla ricerca biomedica, denuncia ora che “nonostante la politica open access sia in vigore da oltre cinque anni, quasi la metà delle nostre pubblicazioni sono ancora a pagamento”.

Mark Walport, direttore della Wellcome Trust, ritiene questo “assolutamente inaccettabile”. Nemmeno l’esistenza di un database dedicato [ http://alturl.com/uqcpz ], nel quale inserire gratuitamente i dati scientifici dei lavori entro sei mesi dalla loro pubblicazione, ha incentivato in modo sostanziale l’open access. Quindi la stessa Wellcome Trust ha dichiarato che si riserverà di trattenere una parte dei finanziamenti, nel caso i risultati di una qualunque ricerca – da loro finanziata – non siano liberamente consultabili, com’è nello spirito dell’open access scientifico.

See on www.guardian.co.uk

Annunci