See on Scoop.itMed News

Quasi sei milioni di persone muoiono ogni anno nel mondo per un fattore di rischio che potrebbe essere in buona parte rimosso. Sì, perché stiamo parlando del consumo di tabacco, “un’epidemia” come viene definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità responsabile del 9% circa dei decessi nel mondo. La rivista Lancet pubblica i risultati di uno studio condotto in quattordici nazioni a reddito medio-basso, nel quale emerge che il 48% circa degli uomini e l’11% delle donne fumano. Dovunque la percentuale di donne fumatrici e mediamente più bassa rispetto a quella degli uomini, anche se nelle ultime generazioni si evidenzia un preoccupante trend nel quale donne sempre più giovani iniziano a fumare. E soprattutto, pochi smettono di fumare. Dal punto di vista economico, nei paesi a basso reddito ogni 9.100 dollari che vengono incassati con le tasse sulla vendita tabacco, solamente un dollaro viene investito per le iniziative di prevenzione e informazione sui danni del fumo.
See on www.thelancet.com

Annunci