See on Scoop.itMed News

La Vita (della cellula): un viaggio attraverso una crescente specializzazione (cellulare). Questo è stato il punto di partenza delle ricerche del britannico John Gurdon e del giapponese Shinya Yamanaka, quando si pensava che ogni cellula avesse nel proprio DNA già indicato un preciso, unico e irreversibile percorso di differenziamento, a seconda del tipo di tessuto in cui si trovava. Quando la rana salta indietro nello sviluppo. Questo in un certo senso è stata la scoperta rivoluzionaria dei due ricercatori: cioè che le cellule mature possono essere riprogrammate, facendole tornare indietro nel loro percorso di differenziamento, fino a diventare pluripotenti, cioè non più specifiche per un particolare tessuto. Tutto questo quando Gurdon nel 1962, lavorando sugli ovociti di rana, è riuscito a riprogrammare una cellula adulta, facendole perdere la sua iniziale identità per poi specializzarsi con altre funzioni http://goo.gl/PrvID E quando Yamanaka nel 2006 ha messo a punto una tecnica per riprogrammare le cellule adulte, già differenziate http://goo.gl/YIdPw Per queste ricerche sulle cellule staminali pluripotenti indotte, Gurdon e Yamanaka hanno ora ricevuto il Premio Nobel per la Medicina. Questo è attualmente un campo di ricerca molto seguito, perché la completa e sicura riprogrammazione delle cellule umane consentirà di mettere a punto nuovi approcci diagnostici e terapeutici alle malattie croniche più invalidante.
See on www.nobelprize.org

Annunci