See on Scoop.itMed News

Per l’inverno 2012/13 è prevista un’influenza piuttosto aggressiva sul piano epidemiologico, che metterà a letto circa 4-6 milioni di italiani. Ne saranno responsabili il virus A (H1N1) – quello che nel 2009 aveva causato circa 300.000 decessi http://goo.gl/IlPfB – il virus A (H3N2) e alcuni ceppi del virus B. Attualmente, a seguito di difetti qualitativi nella produzione di alcuni vaccini, è stato vietato a scopo cautelativo la somministrazione degli stessi http://goo.gl/thMv2 Questo comporta al momento una disponibilità sul mercato di dosi numericamente inferiore rispetto a quella richiesta dalla popolazione; di fatto quindi sarà ci si potrà vaccinare un po’ più in ritardo ma, secondo i medici questo non sarà un problema. Anche vaccinandosi nel mese di novembre si avrà un’efficace copertura contro l’influenza.  Come sempre quindi, rimane l’indicazione alla vaccinazione per tutti i malati fragili o con patologie croniche importanti e per chi ha più di 65 anni.
See on www.cdc.gov