See on Scoop.itMed News

In vista del congresso annuale dell’American Heart Association http://goo.gl/wW3uD il Lancet, una delle più prestigiose riviste cliniche al mondo, si focalizza sulle aritmie cardiache. Per definizione, sono queste delle alterazioni del ritmo cardiaco normale, cioè lo stimolo elettrico generato dal nodo del seno che è alla base della contrazione del muscolo stesso. Viene rivista la fisiopatologia delle aritmie cardiache, l’approccio strumentale – in particolare l’ablazione cardiaca – che sembra essere più efficace di quello farmacologico, fino alle implicazioni relative alla morte cardiaca improvvisa. Come infatti ricorda John Camm, della St George’s University di Londra, i pazienti con aritmie cardiache possono non soffrire di alcun apparente disturbo e conducono una vita normale, fino a quando manifestano in modo assolutamente inaspettato e come primo evento patologico proprio l’arresto cardiaco, che può risultare fatale. Ecco quindi che uno dei principali obiettivi della ricerca cardiologica attuale è quello della più precoce diagnosi delle aritmie cardiache, per poi sviluppare gli approcci terapeutici più efficaci, che in alcuni casi possono essere salva-vita.
See on www.thelancet.com